Zlatan Ibrahimovic
Ultime notizie

Milan, possibile rientro di Ibrahimovic domenica contro il Parma

Stefano Pioli spera di poter contare nuovamente su Zlatan Ibrahimovic a partite dalla partita contro il Parma

L’infortunio muscolare al bicipite femorale, che ha colpito Zlatan Ibrahimovic nella trasferta di Napoli, lo ha tenuto lontano dai campi per le partite contro Fiorentina e Sampdoria in campionato e per le due gare europee contro Lille e Celtic. Fin dall’inizio, lo svedese si è dimostrato ottimista sui tempi di recupero, dichiarando che sarebbe potuto rientrare nel giro di una o due settimane.

Dopo 15 giorni di stop infatti, ora il rientro sembra essere vicino. Già a partire dalla prossima partita di campionato con il Parma, il capocannoniere rossonero potrebbe tornare a sedersi almeno in panchina. La voglia di tornare protagonista è sicuramente tanta da parte di Ibrahimovic. Per lo meno, questo è ciò che testimonia un video pubblicato sul suo profilo Instagram in cui, temerario, sfida il gelo e la neve per allenarsi.

Un Milan autosufficiente: anche senza Ibrahimovic, i risultati fanno sorridere Pioli

La tenacia e determinazione dell’attaccante trentanovenne del Milan devono però scontrarsi con mister Pioli che, nell’interesse della squadra, deve ridurre al minimo ed evitare a ogni costo il rischio di ricadute fisiche dello svedese. Per questo motivo, con ogni probabilità, Ibrahimovic non sarà rischiato contro il Parma e giocherà solo se al massimo della condizione. Più probabile un reintegro completo nell’undici di partenza nel turno infrasettimanale contro il Genoa.

La guida dello svedese nello spogliatoio e nel rettangolo verde è sicuramente determinante per i rossoneri, come ribadito a più riprese sia da Pioli che dalla dirigenza. Come accennato precedentemente, infatti, Ibrahimovic è il capocannoniere del Milan con dieci reti in sei gare di campionato. Inoltre, è fondamentale anche per lo sviluppo della manovra offensiva, lavorando spesso di sponda per i compagni e ottenendo calci di punizione. Ad ogni modo, in queste settimane, il Milan, pur orfano del suo condottiero, si è dimostrato competitivo, autorevole nel gioco e prolifico sotto porta. Kessie e compagni hanno realizzato infatti nove gol in quattro partite e hanno saputo mantenersi saldi in prima posizione in campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *