Milan
Approfondimenti

Milan-Celtic, i rossoneri provano a staccare il pass per i sedicesimi

Tutto quello che c’è da sapere su Milan-Celtic, valevole per la quinta giornata della fase a gironi di Europa League

Giovedì 3 dicembre il Milan affronterà il Celtic a San Siro, in una partita che potrebbe regalare ai rossoneri la qualificazione con un turno di anticipo. In questo momento, il girone vede i francesi del Lille in testa al girone con otto punti mentre il Milan occupa la seconda posizione con sette punti. A tenere apertissima la qualificazione è lo Sparta Praga che, avendo totalizzato sei punti nelle partite contro il Celtic, si trova in terza posizione e si giocherà le possibilità di passaggio del turno fino alla fine. Gli scozzesi sono, invece, fanalino di coda del girone con appena un punto, maturato grazie al pareggio esterno con il Lille.

Con una vittoria ai danni della squadra dell’ex Laxalt, i rossoneri potrebbero già accedere ai sedicesimi di finale di Europa League. La condizione necessaria perché questo accada è la contemporanea vittoria del Lille sullo Sparta Praga. Quest’ultima, infatti, renderebbe in ogni caso il club meneghino e i francesi irraggiungibili alla squadra ceca, decidendo di fatto le sorti del girone.

Come arriva il Milan

Causa Covid, mister Pioli aveva dovuto lasciare i suoi giocatori nelle mani di Bonera, ex difensore del Milan e collaboratore tecnico dell’allenatore parmense. Nonostante ciò, tutto è proseguito nel migliore dei modi: il Milan ha continuato a convincere, portando a 21 i match di campionato senza sconfitte.

In generale, i rossoneri sorprendono anche per quanto riguarda la mole di azioni offensive prodotte e finalizzate con esito positivo. Da 29 partite consecutive, infatti, il Milan riesce a trovare la via del gol. Oltre a ciò che testimoniano i numeri, c’è anche una fondamentale componente di compattezza e unità di intenti del gruppo che sembra motivare continuamente lo spogliatoio. La coesione è sia interna al gruppo di calciatori sia nel rapporto dei calciatori con l’allenatore, come è inequivocabilmente certificato dalla videochiamata a Pioli dopo la vittoria con la Fiorentina.

Per dare seguito a questi ottimi risultati, Pioli potrebbe decidere di far rifiatare qualche pedina importante. In ogni caso, un Milan straripante e galvanizzato dal primo posto in classifica in campionato dovrebbe superare l’ostacolo scozzese con discreta agilità. L’ultima parola, però, spetta sempre al campo.

Come arriva il Celtic

Come già accennato precedentemente, i biancoverdi di Lennon si trovano in ultima posizione nel girone e non hanno più nulla da chiedere alla competizione. In Europa League i gol segnati sono appena cinque mentre quelli subiti sono saliti a quota 13.

Per di più, gli scozzesi sono reduci da una brutta sconfitta per due a zero, maturata per mano del Ross Country in Coppa di Lega. Nemmeno in campionato le cose girano per il verso giusto. Gli storici avversari del Glasgow Rangers hanno maturato un vantaggio di 11 punti nei loro confronti e si sono anche imposti per due a zero nello scontro diretto.

L’umore della squadra sembra essere sotto i tacchi ma un eventuale risultato positivo con il Milan consentirebbe al Celtic di recuperare un po’ di autostima per riprendere la retta via in campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *