Milan
Competizioni

Europa League, Milan: le probabili avversarie nei sedicesimi di finale

Nell’ultima giornata dei gironi di Europa League, Il Milan già qualificato ai sedicesimi di finale, è artefice del proprio destino. Pericolo Manchester United e Ajax in caso di secondo posto

Il Milan è artefice del proprio destino. A ridosso dell’ultimo match della fase a gironi di Europa League, in programma giovedì 6 dicembre alle ore 21:00 contro lo Sparta Praga, la squadra di Pioli è obbligata a vincere per evitare un accoppiamento proibitivo. Da evitare il Manchester United, testa di serie delle squadre “retrocesse” dalla Champions League. Pericoloso anche il Salisburgo che il Milan potrebbe incontrare anche in caso di vittoria del girone.

Obbiettivo primo posto: Il Milan obbligato a vincere per evitare sorprese

Il Milan di Pioli dovrà vincere e sperare che il Lille non faccia lo stesso contro il Celtic. In virtù degli scontri diretti infatti un arrivo a pari punti con i francesi, determinerebbe comunque il secondo posto per la squadra rossonera.

In caso di vittoria del girone di Europa League, Il Milan potrà affrontare le “seconde” classificate degli altri gironi, o una delle “retrocesse” dalla Champions League che non figurano nelle “teste di serie”. Tra queste ultime ci sono Krasnodar, Olympiakos, Dynamo Kiev e Salisburgo. Gli austriaci sono decisamente la compagine più pericolosa per gli uomini di Pioli.

Tra le probabili seconde classificate dei gironi di Europa League, invece, l’urna di Nyon potrebbe riservare le sorprese di Tottenham, Leicester, Psv, Rangers,Leverkusen e Real Sociedad. Tutti questi club, infatti, non sono ancora sicuri del primo posto nei rispettivi gruppi e tutto e ancora da decidere nei match di stasera.

Tutto su Sparta Praga-Milan: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

I pericoli in caso di mancata vittoria del Milan contro lo Sparta Praga

Se il Milan non dovesse sconfiggere i cechi dello Sparta Praga, gli scenari di un sorteggio favorevole si complicherebbero ancora di più. Oltre le squadre già citate, non sicure del primo posto nei loro rispettivi gironi di Europa League, gli scontri più pericolosi potrebbero essere rappresentati dagli spagnoli del Villareal e dall’Arsenal. Meno paura farebbero i tedeschi dell’ Hoffenheim.

Il secondo posto del girone però prevede la possibilità di incontrare le temutissime teste di serie “retrocesse” dalla Champions League. In questo caso Manchester United e Ajax rappresenterebbero una dura prova da affrontare per il Milan a questo punto della competizione.

Più abbordabili le ipotesi Club Bruges e Shakhtar Donetsk, che però hanno dimostrato di saperci fare con le italiane in Champions League. La squadra belga ha dato filo da torcere alla Lazio di Simone Inzaghi, mentre gli ucraini hanno concluso il loro girone davanti all’Inter di Antonio Conte, imbattuti contro i nerazzurri.

Scongiurato invece il pericolo di uno scontro tutto italiano nei sedicesimi di Europa League. Il Milan non potrà incontrare nè la Roma (già qualificata) nè il Napoli in caso di qualificazione dei partenopei. Non è ammesso, ovviamente, lo scontro con il Lille, avversaria dei rossoneri nel gruppo H.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *