Esultanza Calhanoglu Ibrahimovic Milan
Calciomercato Milan

Milan, trattative per i rinnovi di contratto di Donnarumma, Ibrahimovic e Calhanoglu

Il Milan pensa ai rinnovi di tre grandi pilastri: Gigio Donnarumma, Ibrahimovic e Calhanoglu andranno in scadenza a giugno 2021

In casa Milan si lavora anche per il futuro, con le questioni delicate relative a tre grandi protagonisti della rosa di Pioli. Donnarumma, Ibrahimovic e Calhanoglu andranno, infatti, in scadenza il prossimo giugno 2021. La dirigenza rossonera ha già avviato i contatti con i rispettivi procuratori per risolvere le trattative al più presto e allontanare sul nascere eventuali problemi.

Donnarumma, ingaggio che potrebbe salire sopra i 7 milioni

Per quanto riguarda la questione relativa a Donnarumma, il portiere della nazionale andrà in scadenza nel giugno del 2021 e il suo desiderio è quello di rimanere ancora in rossonero. Attualmente, l’ingaggio del giocatore è fermo a 6 milioni di euro. Il Milan, dal canto suo, vorrebbe prolungare il contratto aumentando l’ingaggio fino a 7 milioni, arrivando anche a 7,5 con eventuali bonus.

Dall’altro lato, Raiola − procuratore del portiere − sarebbe intenzionato ad inserire una particolare clausola. Ovvero, in caso di mancata qualificazione del Milan in Champions League, Donnarumma potrebbe liberarsi in qualunque momento con una clausola rescissoria pari a 35 milioni di euro. Le parti stanno lavorando per limare questa cifra, con i rossoneri che vorrebbero aumentarla almeno a 50 milioni.

Ibrahimovic al Milan anche a 40 anni

A meno di clamorosi scenari, Ibrahimovic dovrebbe rinnovare almeno per un altro anno al Milan. L’attaccante svedese − capocannoniere dell’attuale Serie A − ha un contratto in scadenza sempre a giugno del 2021. L’obiettivo del Milan è quello di vederlo giocare anche a 40 anni con la stessa maglia, visto l’impatto che ha avuto sulla giovane rosa di Pioli. Ibrahimovic ha un ingaggio di 7 milioni di euro, un dispendio economico che grazie al decreto crescita e alle conseguenze agevolazioni fiscali, non peserebbe troppo sui conti del Milan.

I numeri dello svedese sono impressionati da quando è ritornato a Milano. In 28 partite, tra stagione scorsa e quella attuale ha, per adesso, segnato ben 18 reti. Uno score pazzesco di un giocatore che a 39 anni suonati è ancora in grado di dominare in un campionato cosi importante come la Serie A.

Delicato il rinnovo di Calhanoglu

Questione più delicata, invece, quella relativa a Calhanoglu. Il centrocampista turco, in scadenza nel 2021, sembrerebbe avere delle vedute diverse rispetto alla dirigenza rossonera. Attualmente il suo ingaggio è fermo ad una cifra intorno ai 2,5 milioni di euro netti a stagione. Cifra che il giocatore, insieme al proprio procuratore Stipic, vorrebbe aumentare in maniera corposa. Infatti, la richiesta di sarebbe di 6 milioni all’anno. In caso di mancato accordo, il numero 10 turco potrebbe liberarsi a zero la prossima estate e, quindi, accasarsi in qualunque squadra.

Calhanoglu è in rossonero dal 2017, quando l’allora coppia Mirabelli-Fassone lo prelevò dal Bayer Leverkusen, per una cifra intorno ai 23 milioni di euro. Il trequartista turco, che compirà 27 anni il prossimo febbraio, vorrebbe continuare il suo percorso di crescita al Milan. Dunque, la situazione per il suo rinnovo sarà continuamente da monitorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *