Rafael Leao
Approfondimenti

Milan: Leao in crescita, da incognita ad assistman in rampa di lancio

Il Milan riscopre un Leao nuovo, che sta facendo dell’assist il suo pane quotidiano. Una crescita che fa sorridere i rossoneri

Sin dal suo arrivo dal Lille nell’agosto del 2019, il tifo rossonero puntava sull’esplosione di Leao, che però non è arrivata nella passata stagione. Ad oggi invece è un punto fermo del Milan. Il portoghese ha trovato la fiducia piena di Pioli e sta convincendo sempre più in ogni match. Le aspettative erano alte, e finalmente Rafael Leao sembra star ripagando la tanta fiducia riposta dal popolo rossonero.

Un Leao rinato, come è cambiato il suo stile di gioco dalla scorsa stagione

Quando atterrò in terra milanese nell’estate 2019 per 23 milioni di euro, Leao era quasi unoggetto del mistero” per la maggior parte dei tifosi, sorpresi dell’ingaggio del ragazzino. Ad inizio della scorsa stagione era stato acquistato da utilizzare come seconda punta nel 4-3-1-2 classico di Giampaolo. L’adattamento del portoghese non fu semplice, abituato ad un calcio più dinamico e meno tattico di quello proposto dall’ex tecnico.

Il gioiellino portoghese era quasi “ingabbiato” dalla punta con cui doveva far coppia e non aveva la possibilità di svariare e sfruttare gli spazi liberamente come da sue caratteristiche. Vedendo lo scarso rendimento nella posizione, per lui non c’era più posto nell’undici titolare ed ha affrontato la stagione spesso in panchina. Dal post lockdown sia il Milan che Leao hanno ritrovato la brillantezza tanto perduta, grazie al lavoro minuzioso di Pioli. Il tecnico ha saputo valorizzare tutti gli attaccanti a sua disposizione, spostando il portoghese sulla corsia esterna in un 4-2-3-1 volto all’attacco.

La rinascita di Rafael Leao parte proprio dalla nuova stagione. L’inizio di Serie A non è stato tutto rosa e fiori per lui, ha infatti dovuto affrontare il Covid che lo ha tenuto per un po’ lontano dal rettangolo verde. Ritrovata la miglior condizione ha ritrovato anche la sua posizione in campo da esterno d’attacco. La presenza di un veterano come Zlatan Ibrahimovic sta facendo bene ad un ragazzo come Leao, il quale sta apprendendo molti aspetti tecnico-tattici dallo svedese. Segnale di gran feeling tra i due attaccanti, che in campo si trovano a meraviglia.

Ad oggi Rafael Leao ha giocato 5 partite su 7 (le prime due fuori per Covid) segnando 2 gol e fornendo 3 assist ai suoi compagni. Indicatori importanti anche per i fantallenatori, che hanno trovato un talento su cui affidarsi anche al fantacalcio: garanzia di titolarità, bonus e buoni voti. Se dovesse continuare così, il futuro del classe ’99 potrebbe essere davvero roseo, avendo ancora ampi margini di miglioramento davanti a sé.

Leao, un assistman inaspettato

Una sorpresa felice di questo inizio di Serie A è stata senza dubbio la grande crescita di Leao. In campo, ed al fantacalcio, il portoghese è diventato una garanzia. Nonostante debba ancora esplodere definitivamente e fare il salto di qualità, ha trovato una condizione ed una posizione in campo che valorizza tutte le sue doti balistiche. La notizia che fa gioire tutti i tifosi milanisti ed i fantallenatori è il notevole incremento di assist di Leao.

Il numero 17, infatti, si trova secondo nella momentanea classifica assistman, dietro solo a Mkhitaryan. Leao ha totalizzato la bellezza di 3 assist in 5 partite, un dato da non sottovalutare. Anche in zona gol non ha fatto mancare il suo contributo, segnando 2 gol. Ibrahimovic e compagni si affidano spesso alla velocità ed al dribbling del talento classe ’99, sfruttando i suoi passaggi vincenti in area. Per il portoghese è già record di assist personali, infranto in sole 5 partite giocate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *