Bonera Milan
Serie A

Milan-Fiorentina: rossoneri alla ricerca di continuità contro Prandelli

Tutto quello che c’è da sapere su Milan-Fiorentina, valevole per la 9^ giornata di campionato: statistiche e precedenti

Quella fra i rossoneri e i viola è una delle partite di cartello di questo fine settimana. Storicamente, Milan-Fiorentina ha spesso rappresentato uno snodo fondamentale per la stagione di entrambe le squadre. Anche in questo caso, per motivi diversi, una vittoria potrebbe risultare vitale sia per i ragazzi di Pioli che per quelli di Prandelli.

In questo momento, la classifica vede la Fiorentina in quindicesima posizione con otto punti. Il Milan, invece, si trova in prima posizione a quota venti. Basta questa considerazione iniziale per capire che le due squadre arrivano alla nona giornata di campionato con umori diametralmente opposti.

Come arriva il Milan

Il Milan è reduce da un buon pareggio in Europa League con il Lille. Al di là del risultato, questa partita ha ulteriormente dimostrato che la squadra si regge in piedi anche senza pedine importanti come Ibrahimovic e Leao.

Nella trasferta francese, Bonera si è affidato alle seconde linee, fra le quali per esempio Hauge e Tonali, e ha ottenuto delle buone risposte. In particolare, l’ex Brescia, che ha illuminato con un lungo lancio per il gol di Castillejo, è sembrato decisamente in palla. I rossoneri hanno saputo mantenere un bel possesso palla fluido, commettendo però degli errori ingenui probabilmente dettati dall’inesperienza. Nello specifico, il riferimento è al passaggio sbagliato che ha portato alla rimessa da cui è poi scaturito il gol francese.

In campionato, il Milan è in un ottimo momento di forma: nelle otto gare disputate, Donnarumma e compagni hanno ottenuto sei vittorie e due pareggi, segnando ben 19 gol. Da segnalare, in questo senso, un dato significativo: il Milan è una delle due squadre ancora imbattute nei cinque maggiori campionati da quando si è ripreso a giocare dopo lo stop per l’emergenza sanitaria.

Inoltre, anche in Serie A, a livello di risultati, l’assenza di Ibrahimovic non ha inciso in maniera determinante: infatti, nel 2020, il Milan ha giocato cinque partite senza lo svedese, rimanendo imbattuto (quattro vittorie e un pareggio). Vincere la partita con la Fiorentina significherebbe allungare sulle inseguitrici, approfittando dello scontro diretto fra Sassuolo e Inter.

Come arriva la Fiorentina

Come accennato in precedenza, la Fiorentina arriva alla trasferta di Milano con un umore diametralmente opposto a quello del Milan. La viola, in questo momento, è un cantiere aperto. Dopo l’esonero di Iachini, Prandelli ha esordito in questa sua ennesima esperienza toscana con una deludente sconfitta contro il Benevento di Filippo Inzaghi. L’ex CT della nazionale stesso ha ammesso che il lavoro da fare sarà molto, soprattutto dal punto di vista psicologico. La squadra, infatti, sembra disunirsi e andare in confusione alla prima difficoltà.

Inoltre, la squadra andrà ridisegnata dal punto di vista tattico: Cesare Prandelli sembra aver messo da parte il 3-5-2 di Iachini per proporre, invece, un 4-3-3 più composto e ordinato. Questo cambio di modulo però potrebbe penalizzare alcuni giocatori fra i quali, per esempio, c’è Biraghi. L’esterno pareva aver trovato il suo habitat in una zona di campo più avanzata, in cui poteva mettere in mostra le sue abilità di corsa palla al piede e spinta. Cesare Prandelli dovrà quindi essere bravo a trovare la formula giusta per far rendere tutti i calciatori al meglio.

Fino ad ora, in questo campionato, la Fiorentina ha ottenuto due vittorie, due pareggi e quattro sconfitte, subendo ben 13 gol. L’uomo cardine della squadra è sempre Gaetano Castrovilli che, nonostante la giovane età si sta caricando sulle spalle il gruppo in questo momento difficile. Il classe 97’, infatti, ha preso parte a cinque delle dieci reti realizzate dalla Fiorentina. Una vittoria in questa partita, vista anche la valenza storica del match, potrebbe scuotere la squadra dal torpore esistente e rilanciarla in classifica.

I precedenti fra Milan e Fiorentina

Nel computo totale delle gare fra queste due squadre, in campionato, il Milan ha vinto 72 partite su un totale di 160 match. Le vittorie della Fiorentina sono invece 44, come i pareggi. Nelle 18 sfide più recenti, però, la Fiorentina ha un discreto vantaggio: sette vittorie e sei pareggi. Solo cinque le vittorie per il Milan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *