Franck Kessie allenamento Milan
Approfondimenti

Milan, che crescita di Kessié con Pioli: adesso è imprescindibile

Le prestazioni e i numeri di Kessié con il Milan lo hanno portato a essere un titolare inamovibile per Stefano Pioli

Tanta sostanza e qualità a centrocampo: questo è Franck Kessié per Stefano Pioli. I numeri dell’ivoriano parlano da soli e pian piano si è guadagnato un posto da titolare in campo. L’ultima sfida contro il Napoli, valida per l’ottava giornata di Serie A e vinta 1-3 dai rossoneri, ha confermato le sue ottime prestazioni nonostante qualche giramento di testa a fine match.

Kessié, dal suo arrivo nell’ombra alla costanza in campo

Franck Kessié arriva al Milan nel 2017 dopo una stagione con la maglia dell’Atalanta con cui ha collezionato 31 presenze fra Serie A e Coppa Italia, con sei gol e un assist. Il suo rendimento con i rossoneri all’inizio è altalenante a causa soprattutto dei cambi in panchina.

Quando Kessié arriva a Milanello, ad accoglierlo c’è Gennaro Gattuso e con lui ha collezionato 99 presenze e 12 gol, rimanendo sempre nella mischia milanista e nell’ombra. La stagione che lo ha invece reso indispensabile per il gioco del Milan è quella 2019/20: già con Marco Giampaolo – che ha vestito i panni di allenatore fino all’esonero nell’ottobre dello scorso anno – Kessié aveva cominciato ad emergere per il suo talento.

Ed è proprio con Stefano Pioli che le cose sono cambiate, partecipando attivamente al bel gioco costruito dagli undici rossoneri. Nella stagione post Covid-19 ha dato il suo meglio: sono tre i gol realizzati nell’estate 2020 su quattro segnati in tutta la stagione. L’obiettivo di Kessié quindi è quello di continuare a mantenere questo livello ma i tifosi si aspettano sempre qualcosa di più.

Inizio top per Kessié in questa stagione

Quando il 21 settembre 2020 è iniziata la stagione del Milan, Franck Kessié aveva già capito di dover dare il suo meglio per continuare l’ottimo rendimento della sua squadra. Mister Pioli lo ha inserito alla perfezione nel suo schema di gioco, fino a considerarlo un titolare inamovibile e pedina fondamentale. In otto giornate di Serie A è sempre stato presente sul campo, di cui sette da titolare e una da subentrato. I suoi minuti giocati sono 646 e ha realizzato già due reti da inizio campionato.

Il centrocampo del Milan è ben saldo vista anche la quantità di palloni che recupera Kessié: l’ivoriano infatti ha una media di 7,4 palloni ripresi a partita. Il gioco di Pioli sta funzionando molto bene anche grazie alla duttilità del rossonero che può adattarsi sia in un centrocampo a tre come mezzala sia in una mediana a due. Difficilmente si riesce a togliere il pallone dai piedi di Kessié, visto che la sua riuscita nei passaggi è del 91,7%.

Il suo rendimento è ottimo anche davanti alla porta: da inizio campionato infatti ha collezionato già due reti contro Crotone e Udinese. Altra grande opportunità per Kessié: dopo aver sbagliato ben quattro rigori su sei da inizio stagione, Ibrahimovic ha deciso di lasciargli il tiro dal dischetto visto che ne ha già realizzato uno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *