Zlatan Ibrahimovic
Serie A

Infortunio Ibrahimovic: lesione muscolare per l’attaccante del Milan

Tegola Milan: lesione muscolare per Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese starà fuori per almeno tre settimane

Non arrivano buone notizie da casa Milan sulle condizioni di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese era uscito dal campo nella sfida di domenica sera contro il Napoli per un fastidio muscolare. L’esito degli esami ha rivelato che si tratta di lesione muscolare: un infortunio che rischia di tenere lontano dal campo l’attaccante rossonero per almeno tre settimane. Ora Pioli, non potendo contare sul suo centravanti, deve modificare l’assetto della squadra in vista delle prossime sfide.

L’infortunio ed i tempi di recupero

Arrivano brutte notizie dall’infermeria del Milan sull’infortunio di Zlatan Ibrahimovic. Dagli esami svolti è emersa una lesione muscolare del bicipite femorale della coscia sinistra. L’attaccante che era stato decisivo nella sfida di domenica contro il Napoli segnando la doppietta che era valsa la vittoria per la squadra di Pioli, era uscito dal campo al 79′ accusando un fastidio muscolare. Questo è il secondo stop per lo svedese dopo la positività da coronavirus che lo aveva tenuto fuori dal campo per due settimane e facendogli saltare le partite contro Crotone, Spezia in Serie A e contro Bodo Glimt e Rio Ave in Europa League.

Ora lo svedese dovrà recuperare da un serio infortunio che lo terrà fuori dal campo per almeno tre settimane: questa la prognosi. L’attaccante verrà sottoposto ad un controllo tra una decina di giorni il quale determinerà con maggior precisione i tempi di recupero che per ora si attestano sulle tre settimane minimo. Filtra quindi massima cautela in casa Milan sulle condizioni dello svedese che ora è tornato nel suo appartamento di Milano in attesa di svolgere nuovi esami strumentali. L’ipotesi più attendibile è che Zlatan possa rientrare a metà dicembre per la sfida tra Milan e Parma, ovvero per l’11ª giornata di Serie A, saltando sicuramente le partite contro Lille, Fiorentina, Celtic, Sampdoria e Sparta Praga.

Non solo Ibrahimovic in infermeria

Stefano Pioli, ancora alle prese con la positività da coronavirus, dovrà quindi fare a meno del suo attaccante almeno per le prossime tre settimane, ma non sono solo le condizioni di Ibrahimovic a preoccupare l’allenatore rossonero. Un altro giocatore uscito per infortunio prima del fischio finale di Napoli-Milan è Alexis Saelemaekers. Il centrocampista belga classe ’99 ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra. I tempi di recupero saranno sicuramente più brevi rispetto a quelli di Ibrahimovic, ma al momento anche lui risulta indisponibile. Un altro calciatore alle prese con un infortunio è Rafael Leao. L’attaccante portoghese classe ’99 ha riportato una lesione al bicipite femorale della coscia destra durante la sfida della sua nazionale Under 21 contro l’Olanda lo scorso 18 novembre. Tra una settimana si sottoporrà a nuovi controlli: per il momento quello che filtra è che il calciatore potrà tornare disponibile non prima di inizio dicembre.

Come cambia il Milan senza lo svedese

Nelle prossime settimane senza Ibrahimovic il Milan giocherà tante partite molto ravvicinate, contando sia il campionato che l’Europa League. Proprio nella competizione europea giovedì 26 i rossoneri sono impegnati con il Lille, attualmente prima in classifica nel loro girone. Contro i francesi il Milan ha subìto un sonoro 3-0 a San Siro e deve riscattare una brutta prestazione, una delle poche fino a questo momento della squadra di Pioli. Contando le assenze in attacco troverà sicuramente spazio Rebic che può avere una chance di dimostrare il suo valore. Così come avranno più spazio i giovani talenti rossoneri: da Brahim Diaz fin qui poco utilizzato in campionato, ad Hauge, reduce dal gol del 3 a 1 contro il Napoli che ha definitivamente chiuso la partita. Chissà se poi Pioli vorrà utilizzare il giovanissimo Colombo che ufficialmente è il vice Ibrahimovic, come soluzione in attacco in attesa che lo svedese ritorni in campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *