Suso Siviglia
Calciomercato Milan

Milan, Siviglia in Champions League: scatta l’obbligo di riscatto per Suso

Suso centra la Champions League con il Siviglia e il prestito di 18 mesi si trasforma in trasferimento definitivo: pronti 21 milioni per le casse del Milan

Dopo la questione trequartista che ha comportato la trasformazione di Suso da centrale nel progetto Milan a esubero con le valige in mano, l’esterno spagnolo segna il gol più importante per i rossoneri realizzando la più alta plusvalenza dell’era Elliott. Il prestito al Siviglia nell’ultimo mercato di riparazione prevedeva infatti l’obbligo di riscatto per 21 milioni di euro in caso di qualificazione per la prossima Champions League, traguardo raggiunto dal Siviglia – senza giocare – con due giornate di anticipo.

Suso: i cinque anni in Italia

Jesùs Joaquìn Fernandez Sàenz De la Torre, o meglio Suso, arriva al Milan nel gennaio del 2015 a parametro zero dal Liverpool. Nel primo scampolo di stagione realizza appena cinque presenze più una in Coppa Italia senza segnare. L’anno successivo dopo un inizio al Milan, senza mai vedere il campo, viene mandato in prestito a gennaio al Genoa dove si fa conoscere con i suoi sei gol in diciannove presenze. Rientrato alla base, Suso diventa un titolare inamovibile del Milan giocando oltre 150 gare e realizzando 24 reti tra campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Suso: il trequartista di Giampaolo

Dopo tre stagioni più che positive, con l’arrivo di Giampaolo dalla Sampdoria sulla panchina del Milan, Suso finisce al centro della polemica sul ruolo da interpretare. Tolto dalla lista dei cedibili, l’allenatore infatti vede Suso trequartista nel 4-3-1-2 che, però, non esalta il gioco dei rossoneri né dello stesso spagnolo. Con l’esonero di Giampaolo e l’arrivo di Pioli al Milan, Suso torna nell’elenco degli esuberi e nel mercato di riparazione, dopo 16 presenze e un solo gol, viene spedito al Siviglia in prestito per 18 mesi.

Suso e l’Europa con il Siviglia

Tra le clausole inserite all’interno dell’accordo, c’è anche l’obbligo di riscatto in caso di qualificazione del Siviglia in Champions League. Suso disputa quindici gare in Liga, segnando una rete e attestandosi sulla stessa media – deludente – al Milan, ma il Siviglia raggiunge comunque la Champions: dopo il successo per 2 a 0 contro il Maiorca, infatti, il Villareal perde in casa contro la Real Sociedad e consegna l’aritmetica qualificazione – in differita – agli andalusi.

Suso ha festeggiato il risultato con un tweet dal sapore incredulo: “QUE QUE What?” mentre i social si sono scatenati sull’addio al Milan dello spagnolo con la maggior parte dei tifosi totalmente disinnamorati dopo gli ultimi sei fallimentari mesi in rossonero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *