Ibrahimovic panchina Milan
Interviste

Milan, Ibrahimovic perplesso: “Non so chi sia Rangnick. Non so se rimango”

Zlatan Ibrahimovic è tornato a parlare del suo possibile addio a fine stagione al Milan, alimentando i dubbi. E non nasconde la sua perplessità su Rangnick

Dopo le dichiarazioni rilasciate al termine della vittoria contro la Juventus, Zlatan Ibrahimovic è tornato a fare discutere di sè per un’intervista al settimanale Sportweek. Il totem svedese ha parlato nuovamente del suo possibile addio a fine stagione e del diverbio avuto con Gazidis qualche settimana fa. Le strade tra lo svedese e il Milan sembrano destinate a dividersi, c’è troppo distanza tra le due parti ed è difficile che si possa trovare un accordo.

Rangnick chi?

Ibrahimovic ha rilasciato dichiarazioni pesanti che faranno riflettere molto la dirigenza prima di prendere qualsiasi decisione: Ibra gioca per vincere qualcosa o sta a casa. Non è un giocatore da Europa League e il Milan non è un club da Europa League“. Le voci su Ralf Rangnick si fanno sempre più insistenti e anche lo svedese non può esimersi dal parlare del manager tedesco: Rangnick? Chi è? Non so chi sia Rangnick”Parole di certo lusinghiere nei confronti del sempre più possibile nuovo tecnico del Milan.

Ha inoltre spiegato come il faccia a faccia con Gazidis fosse necessario e che le possibilità che in questo momento continui a vestire la maglia rossonera sono remote: “Con Gazidis faccia a faccia necessario. Ma se le cose stanno così, difficile che rimanga“. Il problema, però, potrebbe anche essere economico: “Ibra è nato per giocare a calcio. Mi hanno detto che chiudere in America sarebbe stato facile, e quindi sono tornato. Qui gioco solo per passione, sto giocando gratis“.

Ibrahimovic-Milan: possibile addio

Nelle interviste post Milan-Juventus, Zlatan Ibrahimovic ha voluto confermare le voci che danno un suo possibile addio dal Milan alla fine dell’anno. Per il campione svedese le sette partite rimanenti di campionato potrebbero essere le ultime in maglia rossonera. Ibrahimovic sembra non aver apprezzato le scelte societarie con l’addio di Boban e Maldini e non ha particolare fiducia nel tecnico tedesco che dovrebbe arrivare la prossima stagione. Un altro problema potrebbe essere quello legato all’ingaggio, nell’accordo per l’anno prossimo il nativo di Malmo dovrebbe percepire dai 5 ai 7 milioni di euro. Al momento sembra complicato che le due parti possano trovare un accordo e continuare il rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *