Ibrahimovic panchina Milan
Ultime notizie

Milan, allarme Ibrahimovic: non fa la rifinitura ed è in dubbio

Ibrahimovic ieri non ha fatto la rifinitura e la sua presenza da titolare nella partita contro il Sassuolo è fortemente in dubbio

Dopo l’arrabbiatura per i cambi anticipati nelle scorse partite, Zlatan Ibrahimovic nelle ultime ore ha riscontrato qualche fastidio fisico ed è in dubbio per la fondamentale partita contro il Sassuolo. Lo svedese non si è allenato nella rifinitura di lunedì, presente nella lista diramata dal club per la sfida di questa sera potrebbe partire dalla panchina.

Valutazioni durante la giornata

Secondo le ultime indiscrezioni, il centravanti potrebbe partire da titolare, ma bisognerà vedere l’evolversi delle condizioni fisiche. Zlatan Ibrahimovic viene da un lungo stop per un infortunio al polpaccio che lo ha tenuto lontano dai campi per un mese. Nonostante sia stato fermo per un lungo periodo, non appena è rientrato ha subito inciso, dimostrandosi ancora un giocatore di un certo spessore. Pioli per evitare ricaduta ha optato per un minutaggio soft, e da questa scelta è scaturito il battibecco nella partita di domenica giocata contro il Bologna.

La stagione di Ibrahimovic

Ibrahimovic è arrivato al Milan a gennaio tra lo scetticismo della piazza che lo reputava un giocatore finito. Lo svedese con la solita superbia, ha rilasciato parecchie dichiarazioni escandescenti, ma ha allo stesso tempo dimostrato di poter ancora dire la sua, risultando un mentore indiscusso oltre che un centravanti ancora letale nell’area di rigore avversaria. In questa stagione nonostante il lungo stop subito alla ripresa del campionato ha messo insieme 5 gol e 4 assist in 14 partite di campionato. Un bottino niente male, se si considera che è arrivato nel mercato invernale.

Come giocherebbe Il Milan senza Ibrahimovic

Per Pioli non avere Ibrahimovic a disposizione è sicuramente un problema, ma considerando che in questo momento diversi giocatori stanno affrontando un periodo felice, diventa più facile da rimpiazzare. La scelta più logica è quella di schierare Rebic come prima punta e spostare Giacomo Bonaventura sulla sinistra. Tutto dipenderà da come si sentirà lo svedese nel corso della giornata, lui cercherà in tutti i modi di giocare, ma se il fastidio dovesse continuare per tutto l’arco della giornata l’opzione Rebic sembra la più valida.

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Bonaventura; Rebic. All. Pioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *