Theo Hernandez milan
Interviste

Milan, Theo Hernandez giura fedeltà: “Resto qui, Maldini e Ibra dei signori”

Il terzino francese si è detto contento della sua esperienza al Milan e ha voglia di continuare l’avventura in rossonero. Parole d’oro per Maldini e Ibra

Nella stagione 2019/20 una delle note più liete del Milan è stato senza dubbio Theo Hernandez, terzino sinistro che fin da subito ha messo in mostra il suo grande potenziale. Proprio per la buona stagione che ha vissuto, in un intervista ai microfoni di Onda Cero ha deciso di zittire qualsiasi voce di mercato che lo voleva lontano dal capoluogo lombardo. Inoltre ha approfittato dell’occasione per ringraziare Paolo Maldini per l’occasione datagli e ha dedicato parole importanti a Zlatan Ibrahimovic.

Hernandez è concentrato sul Milan

Le domande dopo una stagione molto positiva sono tutte sul calciomercato: “Ho deciso di rimanere in rossonero, ho la testa esclusivamente qui poi i futuro vedremo cosa succederà. Dopo la stagione all’Alaves, questa è la mia migliore stagione in assoluto“. Ha inoltre ribadito la sua voglia di rimanere a Milano dove si trova bene e ha ancora 4 anni di contratto.

Ringrazia Maldini

Ci tiene a sottolineare anche come sia stato importante il corteggiamento di Maldini per il suo approdo al Milan: “Devo dire grazie al Milan e a Maldini, non è mai facile far bene al Real Madrid e altrettanto emergere o prendere il posto in un club così“. Il francese è largamente il miglior colpo di Maldini che l’ha voluto fortemente è il giocatore ha ripagato appieno la fiducia. L’ex Real Madrid è stato tra i più brillanti di questa tormentata stagione segnando anche 6 gol e fornendo 3 assist.

Parole al miele per Ibrahimovic

Hernandez oltre a Maldini ci tiene a ringraziere anche Zlatan Ibrahimovic, con cui il francese ha avuto fin da subito un buon rapporto: “Zlatan è un compagno di squadra fantastico e sempre positivo. Quando sbagliamo e facciamo errori, ci carica e pretende sempre il massimo“.

Bisognerà vedere la faccia di Theo quando arriverà Ralf Rangnick in panchina e con ogni probabilità sia il totem svedese che Paolo Maldini cambieranno aria, optando per altri progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *